News da Le Midì
certificazioni vegane

Quante sono le certificazioni Vegane?

Al momento le certificazioni più conosciute sono ben sette, e successivamente, vedremo quali sono, i loro  costi e le modalità per ottenere questi accreditamenti. Ma da dove nasce il Veganismo?
Secondo
wikipedia, “Il veganismo è un movimento animalista che propone l’adozione di uno stile di vita proprio di una società basata idealmente su risorse non provenienti dal mondo animale” .
Quindi, non è corretto parlare di dieta ma è proprio uno stile di vita.

In Italia, secondo il sito osservatoriooggi.it la popolazione italiana che non mangia più carne ammonta intorno all‘8% e soltanto l’1% è di matrice vegana. Tuttavia in Italia si sta diffondendo un sostanziale aumento dei prodotti vegani e vegetali e dei rispettivi ristoranti che, in parte, rappresentano una vera e propria tendenza.

Ecco perchè molti ristoratori hanno scelto di inserire all’interno del proprio menù piatti di origine vegetariana o vegana. Anche per quanto riguarda il gelato ci sono numeri in crescita, le gelaterie italiane certificate vegane sono 150. E negli altri paesi? Le percentuali sono maggiori, infatti basti pensare che solo a Londra il mercato Vegan vale il 12% del comparto alimentare, in Germania il 5,6%.

Secondo le ultime statistiche 2018 il veganismo sta diminuendo mentre sta aumentando la popolazione vegetariana. Secondo il rapporto di Eurispes 2018 la maggior parte di chi ha deciso di seguire una dieta vegana lo ha fatto principalmente perché convinto degli effetti positivi di queste pratiche alimentari sulla salute della persona, invece un vegetariano o vegano su cinque ha cambiato l’alimentazione per amore rispetto nei confronti degli animali.

Quante sono le certificazioni Vegane?

Le certificazioni più importanti e soprattutto riconosciute sono 7 e ognuna di loro, ha un disciplinare ben preciso. Riportiamo uno schema dettagliato fatto da Dolcegiornale:

ICEA VEGAN

Certificazione rilasciata da ente terzo ICEA e funziona tramite la valutazione di prodotto e di processo. Inotre, viene fatta una verifica ispettiva nel sito produttivo e una volta rilasciato il certificato, ogni anno viene fatta un’ispezione. Diciplinare: sviluppato da ICEA con LAV, lega antivivisezione. Costi: da €500 ma il tariffario è modulato sulle dimensioni dell’azienda.   http://icea.bio /prodotti-vegan/

VEGAN CERT

La certificazione Vegan Cert è rilasciata da un ente terzo la Bioagricert. Fanno una valutazione di prodotto è di processo, audit, e alla fine rilasciano il certificato e fanno un ispezione annuale. disciplinare:  sviluppato da Bioagricert. Costi da €500

qualita-vegetariana-vegan

QUALITA’ VEGETARIANA – VEGAN

La certificazione di Qualità Vegetariana Vegan, viene rilasciata da un ente terzo la CSQA in partnership con la associazione vegetariana italiana (AVI). Anche loro come le altre certificazioni fanno controlli in sito produttivo e fanno una valutazione da parte di AVI, che concede il marchio insieme alla certificazione terza. Anche il disciplinare è stato sviluppato dall’AVI. I costi, invece, Sono modulati a seconda del tempo richiesto per l’ispezione e complessità del prodotto.

certificato-vegano

CERTIFICATO VEGANO

Il certificato vegano viene rilasciato da un ente terzo la CCPB. Fanno una verifica documentale, ispezione sul sito produttivo controllando le caratteristiche di prodotto, di processo, dei fornitori e del packaging, e rilasciato il certificato, ogni anno provvedono a fare controlli. Il disciplinare è stato sviluppato dalla CCPB. Per quanto concerne i costi vanno da un minimo di 300 a un massimo di €500.

PRODOTTO VEGANO CERTIFICATO DNV – GL

la certificazione prodotto Vegano DNV – GL viene rilasciato da ente terzo. Anche loro fanno controlli sul prodotto e materie prime, ingredienti e coadiuvanti e soprattutto della non esposizione a rischi di contaminazione. Nel loro disciplinare ci sono anche riferimenti basati sulle linee guida della European vegetarian Union. I costi n.d.

VEGAN-OK

certificazione VEGAN OK è un marchio riconosciuto dall’Associazione Vegan-Ok. Come funziona? Necessitano di una asserzione auto dichiarata del produttore, che si impegna a rispettare il disciplinare. Ottenuto il marchio Vegan ok, si può richiedere una ulteriore certificazione da un ente terzo autorizzato dall’Associazione come Bioagricert o Bios, che si aggiunge all’utilizzo del marchio. Il loro disciplinare si è sviluppato tramite l’associazione Vegan-Ok ed è disponibile sul sito veganok.com

V-LABEL

V-Label è un marchio riconosciuto dalla Associazione vegetariana italiana (AVI) . Compilato il questionario  preposto, faranno una verifica documentale e a seguire verrà rilasciata l’autorizzazione all’utilizzo del marchio. Il disciplinare invece è sviluppato dalla Associazione Vegetariana Italiana

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *