News da Le Midì
michele-pirro

Michele Pirro e la sua voglia di cucina

Molto spesso ci chiedono se ha senso cambiare lavoro o cambiare vita a 40 anni. Beh in questo articolo, vogliamo rispondere a tutti raccontando in breve, la storia di Michele che proprio a 40 anni, ha deciso di cambiare lavoro e stile di vita. La passione e la determinazione e ancor di più la voglia di mettersi in discussione, ha portato Michele al suo secondo successo. Il primo ovviamente è stato quello di iscriversi di nuovo a scuola, il secondo lo leggerete tra poche righe.

Chi è Michele Pirro?

Michele Pirro è un ragazzo di 40 anni nato a Torino, che come molti, ha una grande passione per la cucina.

Cosa facevi prima di diventare cuoco?

Prima di intraprendere questa nuova avventura da cuoco, facevo il serramentista posatore di porte e finestre. Un lavoro che non ha niente a che fare con quello che sto facendo oggi!

Come mai hai scelto di cambiare totalmente lavoro?

Il mio ex lavoro non mi dava più soddisfazione e la voglia di cambiare era molto forte nonostante due fattori fondamentali: la crisi lavorativa e la mia età. Ma dopo 13 anni di “anzianità” e dopo molte riflessioni, ho deciso di lasciare il mio impiego. Ovviamente molte persone a me vicine, non erano d’accordo di questa scelta, ma io ero più che sicuro.

Il corso di cucina che hai scelto a tuo parere quanto ha influito nei confronti di questa tua passione? Mi spiego meglio, hai deciso di cambiare settore ma a volte la formazione può avere un effetto contrario. Per Michele questa formazione professionale ha aumentato o diminuito questa passione?

Per quanto mi riguarda il corso di cucina professionale, ha aumentato la mia voglia di imparare e soprattutto ha amplificato la mia passione per la cucina tutto in modo esponenziale. Ma non solo perchè l’argomento mi piaceva, ma anche perchè ho incontrato formatori come lo chef Davide Morsanutto, il Sig. Giacca e lo staff della scuola che hanno saputo trasmettermi tutta la loro professionalità.

Ora cosa stai facendo e quali sono i tuoi progetti futuri?

Al momento sto lavorando in Francia esattamente a Monginevro al ristorante italiano Le Transalpin. Mi ritengo molto fortunato perchè ho conosciuto Alessandro, che è un titolare fantastico, lo chef Massimilliano che ha una grande passione e voglia di insegnare ed infine il sous chef Massimo il quale, mi sprona a fare sempre meglio.Anzi, vorrei cogliere l’occasione per ringraziarli per l’opportunità concessa. Per il futuro ovviamente mi piacerebbe avere un locale tutto mio ma per prima cosa, bisogna avere delle basi solide sulle quali poter costruire la propria professionalità. Inoltre, credo, che fare della sana gavetta è il modo migliore per migliorare e diventare sempre più sicuri di sé.

Hai un consiglio da lasciare a tutti?

Il consiglio che posso dare è di essere professionali, intraprendenti volenterosi e umili. Mettersi sempre in gioco senza paura di sbagliare perché sbagliando s’impara e soprattutto fate un corso di cucina serio, senza, la strada sarebbe davvero molto difficile.

3 comments

  1. La volontà di questo ragazzo che ha cambiato vita ad una certa età sprona tanti ragazzi a sperare nel futuro nonostante le grosse difficoltà della vita spero che La fortuna gli dia una mano e che sia sempre circondato da veri amici Buona fortuna Michele

  2. Grazie alla lettura di questo articolo mi sento più sicura
    Anche io ho 40 anni ed ho deciso di mettermi in gioco
    Seguendo la mia passione che è la pasticceria
    Ho seguito il corso della scuola le midi che mi ha dato molta più sicurezza uno staff molto preparato.
    Mi manca il passo successivo lasciare il mio lavoro che non mi da soddisfazioni
    E trovare nel campo della pasticceria, ma sono sicura di potercela fare
    Grazie Michele Pirro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *