News da Le Midì

Julio Lunardelli un futuro stellato

Julio è un ex allievo di cucina e di cucina molecolare che dalla sua, ha avuto sempre un’enorme curiosità.  In origine la sua carriera era un’altra, ma una volta scoperta l’Europa e la cucina…diciamo che ha trovato la sua strada. Ecco una breve intervista che gli abbiamo fatto poco tempo fa.

Chi è Julio Lunardelli prima di diventare uno chef?

“Sono nato in Brasile, come tanti giovani non avevo le idee chiare sul mio futuro, su quale strada prendere, che lavoro fare.
Mi sono iscritto ad un corso per odontotecnico, ma ho capito quasi subito che non era la strada giusta per me, insomma non era la mia passione.
Mi si è offerta la possibilità di venire in Europa e così ho fatto.

Qual’era il tuo obiettivo qui in Europa?

Avevo intenzione di intraprendere la carriera militare, poi, per caso, ho scoperto il vostro corso e la possibilità di diventare Chef. Una piccola scintilla è scoccata, forse avevo trovato…..

E poi?

E poi mi sono imbarcato in questa splendida avventura, è stato impegnativo, ma con la passione diventa tutto più facile.
A fine corso, il mio primo incontro con il lavoro è stato al Ristorante San Marco di Silvio Bessone, in cui ho imparato l’arte del cioccolato e la cucina piemontese.
Poi al Rifugio città di Chivasso ho fatto una delle mie esperienze più belle della mia vita…

dolce-cioccolato-Julio-LunardelliPerchè dici questo?

Perché è stata una sfida lavorare in una cucina di un rifugio, totalmente fuori mano e necessariamente sguarnita di attrezzi!
Poi ho deciso di trasferirmi in Germania e dopo un anno trascorso a lavorare in un ristorante, sono approdato a Cervinia presso l’albergo Lac Bleu. Ho lavorato presso questa struttura per 5 stagioni, sono partito dal ruolo di aiuto cuoco e sono arrivato a ricoprire quello di chef.

Hai fatto altre stagioni?

Si. Nella stagione estiva ho svolto il capo partita agli antipasti presso Ristorante Foyer des Guides di Valtournenche ed ho avuto modo di imparare le tecniche di cottura con nuovi ingredienti molto interessanti come il gelato alla Toma di Gressoney e il foie gras .
Recentemente ho collaborato con 2 importanti chef: Davide Botta (ristorante L’ Artiglierie a Verona) e Fabio Groppi (ristorante Escargot Costa Rei – Muravera (CA).

uovo con fois gras

E oggi? Hai già in mente dove ti porterà la tua passione?

Si, di seguito a tutte queste preziose esperienze, il mio cammino è giunto al ristorante dell’Hotel Store a San Cassiano in Alta Badia. Sarà una sfida entusiasmante perché farò parte di una nuova brigata che lavorerà per l’apertura e realizzazione di un ristorante Gourmet di alto livello e io sarò uno dei capi partita!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *