News da Le Midì

Cena tra le Stelle

Sabato sera, i nostri docenti chef Davide Damiano del corso di panificazione e Roberto Tradito docente del corso di Food and Beverage Manager, hanno  partecipato attivamente alla “cena tra le stelle” condotta da chef Carlo Cracco, allo Chesal 1805 noto ristorante sito sulle piste di Bardonecchia

Altissima professionalità sia a livello organizzativo / manageriale, sia per le preparazione di pane speciale prodotto per l’occasione dallo chef Damiano.

Ma per capire meglio cosa è accaduto, riportiamo il bellissimo articolo scritto da FABIO TANZILLI per Torino Repubblica .it 

Dai fornelli di Masterchef a quelli d’alta montagna a Bardonecchia: lo chef Carlo Cracco ieri sera è stato il protagonista di una serata speciale dedicata al gusto, organizzata dalla società degli impianti Colomion e Lavazza.
Una cena gourmet “firmata” dal celebre cuoco milanese al ristorante sulle piste Chesal 1805, sopra Melezet, e servita a 100 ospiti e commensali. A differenza di come si mostrava sotto i riflettori televisivi,
Carlo Cracco è stato al contrario disponibilissimo con i clienti e i fans: firmava autografi, si metteva in posa per foto e selfie ad ogni tavolo, intrattenendosi a chiacchierare con tutti, spiegando le caratteristiche dei piatti proposti. “Siamo stati davvero onorati di ospitare Cracco a Bardonecchia – commenta l’ad della Colomion, Nicola Bosticco – è stato bello organizzare questo appuntamento per abbinare l’eccellenza della cucina italiana alle montagne olimpiche, promuovendone così l’immagine del nostro territorio e stimolandoci ad offrire il meglio ai turisti che scelgono di sciare in alta Val Susa”.

Cracco è rimasto piacevolmente colpito dall’accoglienza bardonecchiese: “Conoscevo già queste montagne, avendo organizzato proprio qua un paio d’anni fa una puntata in esterna di Masterchef, è un posto davvero bello, con enormi potenzialità”. Durante la serata lo chef ha proposto
varie portate, tra cui il baccalà laccato al caffè e un risotto mantecato alle acciughe con limone e cacao, ma il piatto più apprezzato è stato il trancio della pregiata carne giapponese Wagyu, abbinata ad una salsa di zucca e mela.
Il gran finale della serata, con i dessert, è stata affidata ad un nome rinomato della pasticceria piemontese: il maestro Franco Ugetti, che giocava in casa. Ha stupito in molti con un tris di dolci “legati all’idea del confine, il Finis Terrae” facendo degustare sapori differenti, dal tipico genepy in contrasto ad una perla di cioccolato bianco, fino al croccante alla nocciola.

Davide Damiano con Carlo Cracco

“È stato un piacere poter lavorare al fianco di Carlo Cracco – ha commentato il pasticcere bardonecchiese – ha apprezzato le mie creazioni, collegate ad un’idea di territori diversi che si incontrano”.

#accademialemidì #carlocracco #chef #panificazione #chesal

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *